Che cos'è la Coopetition

By Francesco Muggeo November 25, 2018 Generale No comments yet

La coopetition è una forma di cooperazione tra aziende concorrenti, particolarmente utilizzata nell’ambito dell'innovazione tecnologica. Viene usata per avere una prospettiva più ampia e per creare collegamenti tra gli interessi delle aziende che vi partecipano.

E' in netta contrapposizione con gli accordi di tipo tradizionale che generalmente partono dalla condizione di fondo che il successo di un’azienda debba andare a discapito dell’altra. La coopetition, invece, fa si che tutti possano trarne beneficio ed è una strategia opportuna se consente a tutti gli attori di condividere i costi comuni senza perdere il proprio vantaggio competitivo.

Perché la Coopetition

La diffusione della coopetition, come modo alternativo di intendere i rapporti che esistono tra le imprese di un medesimo comparto, trova la sua principale ragione d’essere nella necessaria reazione a un mondo che cambia ad una velocità più rapida che in passato:

  • le nuove tecnologie influiscono sulle abitudini di acquisto e sui gusti dei consumatori e modificano i consumi e le regole del mercato,
  • le attuali modalità di reperimento e condivisione delle informazioni rendono possibili nuovi scenari di collaborazione,
  • il marketing assume una dimensione sempre più sociale e relazionale.

Questo significa che lo scambio sui mercati non riguarda unicamente il fattore economico ma anche altri fattori come il linguaggio, le forme, il senso e, questo, fa sì che lo scopo dell’azienda non è solamente quello di accumulare profitto individuale ma anche quello di creare un serbatoio di valore sociale.

Fondamentali della Coopetition

Per realizzare una coopetition occorre un'apertura mentale che difficilmente ritroviamo tra le nostre aziende, soprattutto nelle piccole e medie imprese abituate all'autoreferenzialità e all’antieconomico principio di farsi concorrenza a tutti i costi.
E' nella nostra cultura il distinguere e il trattare tra amici e nemici, tra collaboratori e concorrenti.

Per collaborare con un competitor bisogna sviluppare alcune specifiche competenze come la capacità di capire i vantaggi delle alleanze e l’attitudine a operare lealmente per i propri interessi senza superare i limiti di autonomia che ogni collaborazione richiede.

È un modo di fare business che fonda il suo valore sul principio della crescita comune pur nella coesistenza di interessi apparentemente opposti.
Al giorno d’oggi, competizione e cooperazione assumono un senso nuovo ad uso e consumo di un mondo che cambia e non ha più senso una competizione che vede scagliati tutti contro tutti solo per conquistare temporaneamente quote di mercato.

È meglio collaborare per condividere gli investimenti e aumentare i margini di profitto.

No comments yet

No comments yet. Start a new discussion.

Add Comment